CAF detassazione produttività 2016 - Sindacato CISAL ABRUZZO

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CAF detassazione produttività 2016

Area Privata

In risposta ai numerosi quesiti sull'argomento in oggetto si forniscono le seguenti informazioni supportate dal relativo Decreto Ministeriale.

E’ stata ripristinata dalla legge di Stabilità, per l’anno 2016, la detassazione dei premi produttività, beneficio riservato ai lavoratori del settore privato,
previsto in via sperimentale dal 2008 e sospeso per l’anno 2015 a causa della mancanza di risorse finanziarie.
La nuova disciplina presenta delle novità rispetto al passato: si innalza il limite massimo dei redditi percepiti dal lavoratore da considerare ai fini dell’ammissione
all’incentivo, pari a 50mila euro lordi annui per il 2015, allargando la fruibilità della misura anche alle categorie di lavoratori che percepiscono redditi medio-alti
(quadri, dirigenti). Nel contempo è prevista la riduzione del limite massimo di importo assoggettabile a tassazione agevolata del 10% (2.000 euro lordi).
Tale riduzione è più mite se le politiche aziendali adottate dal datore di lavoro prevedono il coinvolgimento dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro.
L’agevolazione viene estesa, con lo stesso limite e la medesima aliquota agevolata, anche agli utili distribuiti dalle aziende ai dipendenti.
L’aliquota agevolata è fissata al 10% in sostituzione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali.
Si prevede, inoltre, la possibilità di sostituire in tutto o in parte le somme erogate con servizi resi dal datore di lavoro alla generalità dei dipendenti o di categorie
di dipendenti in relazione a servizi di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o culto: in questo caso si applica la totale detassazione
e decontribuzione. Si tratta di tutte le prestazioni di welfare aziendale previste dai contratti collettivi aziendali o territoriali. Tali prestazioni potranno essere
corrisposte attraverso l’erogazione di voucher, anche in formato elettronico.
Per poter fruire dell’agevolazione, è necessario che l’erogazione avvenga in esecuzione di contratti aziendali o territoriali (contratti collettivi di "secondo livello")
sottoscritti dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale o dalle loro rappresentanze sindacali aziendali o dalle RSU.
Il contratto sottoscritto dalle parti deve necessariamente essere depositato entro trenta giorni preso la Direzione Territoriale del Lavoro competente, pena
l’inapplicabilità del regime di tassazione agevolata o detassazione.
I criteri di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione nonché le modalità attuative della nuova disposizione, compresi
gli strumenti e le modalità di partecipazione all’organizzazione del lavoro sono stati stabiliti con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con
il Ministro dell’Economia e delle Finanze che si allega.


 
 
WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!
Torna ai contenuti | Torna al menu